Cambiare natura

Cari amici, Torno a parlarvi direttamente dopo un lungo periodo. Sapendo che la stragrande maggioranza degli aderenti a CentroMotore lo ha fatto seguendo i miei post su Facebook e Twitter (e come avrete visto non ne ho fatto risparmio) ho ritenuto inutile aggiornare sullo stato dell’arte del nostro tentativo fino a quando le bocce non fossero, per così dire ferme,…

IL “VASTE PROGRAMME” DI ZINGARETTI

Il neo segretario del Pd ha riconosciuto che oggi “non è in atto uno scontro dentro le regole della democrazia liberale ma la sua rimessa in discussone”. Questo è importante. Ha riconosciuto la pericolosità sia della Lega sia del Movimento 5 Stelle. Giusto. Ma ha aggiunto che di fatto il M5S è stato “colonizzato” dalla Lega. Questo è diventato il…

RISPONDERE ALLO STOMACO PERCHÉ FUNZIONI IL CERVELLO

Dalla Brexit all’elezione di Trump, dalle elezioni politiche in Italia, in Ungheria, in Danimarca, in Slovacchia, in Austria, nei Paesi Bassi fino alla Turchia e al Brasile, è ormai tutto chiaro: nel mondo, in Europa e in Italia la sfida politica non è più tra Repubblicani e Democratici, Laburisti e Conservatori, socialdemocratici e popolari né genericamente tra destra e sinistra…

C’è speranza?

Giuliano Ferrara inizia così il suo primo articolo del nuovo anno: “Vorrei praticare la dolce arte degli auguri ma non ce la faccio. Spero nel meglio, un rapido cuocersi nel suo brodo di un’Italia irriconoscibile e purtroppo stranota, ma temo il peggio. Il reddito della pigrizia e quota cento per le pensioni: ho paura che siano stimoli ulteriori per l’invidia…

L’intelligenza del Governo e l’Aventino delle opposizioni

1. La manovra finanziaria ha confermato, completando il percorso legislativo dal suo insediamento, la capacità della maggioranza gialloverde di mantenere, se non le promesse fatte al Popolo, la rotta che ha preannunciato prima e durante la campagna elettorale (per quanto svolta su fronti opposti dai due partiti che la compongono) e successivamente nel Contratto di Governo (e nelle precedenti più…

Pd e democrazia liberale

Specie dopo la celebrazione l’altro ieri del ventennale della fondazione dalemiana “Italiani Europei”, è evidente che il Pd(s) di Zingaretti una strategia politica ce l’ha: contrastare il neoliberismo, restituire allo Stato un ruolo decisivo nella correzione del mercato, combattere la destra “radicale”, quindi “sradicare” (Cuperlo) i 5Stelle dall’abbraccio con Lega. Si può condividere o no (intendo all’interno del Pd) questa…